English | Italiano

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

HOMEdx_ita.jpg

.

FotoNuovaHome.jpg

Luciano Berio, pagina manoscritta da Una melodia di Gustav Mahler. Note sull’”Andante” della Sesta Sinfonia (in Colloque International Gustav Mahler, Paris 1986, pp. 108-115: 110, ora in Luciano Berio, Scritti sulla musica, a cura di A.I. De Benedictis, Torino, Einaudi 2013, p. 150).

È con grande gioia che il CLSB annuncia l’intitolazione di una via a Luciano Berio nel nuovo quartiere dell'ex-Fiera di Milano. La via Luciano Berio sorge in un’area pedonale nel cuore del nuovo quartiere di City Life e sfocia in una piazza intitolata a Elsa Morante (per una planimetria dell’area cliccare qui). Una strada analoga che confluirĂ  nella piazza sarĂ  successivamente intitolata a Italo Calvino. Questo ‘incrocio’ musicale-letterario, nato da un’idea di Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Ăš stato da lui cosĂŹ descritto alla stampa: «Uno scrittore e un compositore che hanno avuto rapporto particolare con Milano e sono ricordati per il loro sguardo innovativo rivolto al futuro, nel pensiero di sviluppo della città» (per l’articolo completo cliccare qui).

Via Berio e Piazza Morante sono state inaugurate sabato 8 novembre alle 11:30 con una cerimonia svoltasi in un padiglione appositamente allestito nella nuova piazza. Ai saluti dell’Assessore, del Direttore di City Life Giorgio Lazzaro e di Talia Pecker Berio si sono alternati i giovani violinisti del Conservatorio di Milano preparati e diretti da Giovanna Polacco, che hanno eseguito una selezione dei Duetti di Luciano Berio. La cerimonia si ù conclusa davanti alla targa appena scoperta con un ulteriore omaggio a Berio: l’esecuzione a sorpresa di un Duetto di Bartók da parte dell’intero gruppo di violinisti.
Per una rassegna stampa dell’evento cliccare qui.
Per la rassegna fotografica cliccare qui.
Per il saluto di Talia Pecker Berio cliccare qui.

L’autunno 2014 ù costellato da alcune esecuzioni di opere di Luciano Berio meritevoli di segnalazione.
Turandot di Puccini con il finale composto da Berio nel 2001 sarĂ  in scena dal 12 al 19 novembre all’OpĂ©ra di Nizza con la direzione musicale di Roland Böer e la regia di Federico Grazzini.
Il 13 novembre Emilio Pomarico dirige Coro al Teatro ColĂłn di Buenos Aires con la Buenos Aires Philarmonic Orchestra e il Coro DiapasĂłn Sur.
I Duetti di Berio sono in programma nel Festival d'Automne di Parigi in due diverse occasioni. Il 22 e 26 novembre e il 6 dicembre una selezione di Duetti viene affiancata a estratti di Ambidextre di Macé e Kontatke di Stockhausen in un creativo mosaico eseguito dagli studenti della Rameau middle school a Versailles diretti da Christophe Junivart.
Workwhitinwork, la celebre interpretazione di William Forsythe dei Duetti di Berio, sarĂ  in scena a Parigi (17-26 novembre) e in altri luoghi e date con il Ballet de l’OpĂ©ra de Lyon all'interno di un "Ritratto" del coreografo americano, presentato nella cornice del Festival d’Automne.
Il 16 novembre Juraj Valčuha dirige l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e il violista Antoine Tamestit in Voci (Philharmonie, Colonia).
Per il calendario completo delle esecuzioni cliccare qui.
Il 18 e il 19 ottobre Ăš andata in onda sulle frequenze di Radio Classica una puntata del programma “Note d’autore, a tu per tu con i compositori d’oggi” interamente dedicata a Luciano Berio con un’intervista a Angela Ida De Benedictis, curatrice del volume Luciano Berio: Scritti sulla musica, inframmezzata da una selezione di estratti musicali. Il programma puĂČ essere riascoltato in podcast sul canale Soundcloud di RadioClassica.
In ottobre 2014 la casa discografica finlandese Ondine ha pubblicato un nuovo CD con Hannu Lintu che dirige la Finnish Radio Symphony Orchestra in Sinfonia, Quattro versioni originali della "Ritirata Notturna di Madrid di L. Boccherini" e Calmo, con la partecipazione del mezzosoprano Virpi RÀisÀnen.

Il 24 ottobre ricorre l’anniversario della nascita di Luciano Berio.

Siamo lieti di condividere con voi in questa festosa ricorrenza un prezioso documento sonoro rinvenuto nel corso delle ricerche del CSLB, che ù costantemente impegnato nella ricognizione e nel reperimento di materiali relativi all’opera e alla vita di Luciano Berio. Si tratta di un’intervista radiofonica rilasciata da Berio a Glenn Glasow nel luglio 1962 per la radio KPFA di Berkeley. In essa il compositore trentaseienne riflette sulla propria poetica, sul suo modus operandi, sull’importanza della vita sociale nell’attività musicale e su opere chiave di quegli anni quali Circles e Tempi concertati.

Cogliamo questa occasione per dare notizia delle recenti iniziative editoriali e di ricerca del CSLB. È in corso di stampa per i tipi di Archinto la riedizione dei quattro volumi della rivista «Incontri Musicali», quaderni di musica contemporanea ideati e curati da Luciano Berio e pubblicati dalle Edizioni Suvini Zerboni di Milano tra il 1956 e il 1960. La nuova edizione, a cura di Angela Ida De Benedictis, si presenta in un box che, insieme ai quattro volumi, raccoglie in un fascicolo a sĂ© i facsimili di tutti i programmi dei «Concerti degli Incontri Musicali». ‹Dopo gli Scritti sulla musica (2013) Ăš in preparazione per la casa editrice Einaudi la prima raccolta delle interviste di Luciano Berio. Il volume, a cura di Vincenzina C. Ottomano, costituirĂ  la terza pubblicazione dell’opera «Gli scritti di Luciano Berio» diretta da Talia Pecker Berio e inaugurata nel 2006 con Un ricordo al futuro. Lezioni americane, e riunirĂ  un ampio corpus di interviste edite su quotidiani, settimanali, riviste e altre miscellanee cartacee in un ambito cronologico compreso fra gli anni ’50 e il 2003. Attraverso il dialogo tra l’intervistatore e il compositore, le interviste lasciano emergere un ritratto vivo di Luciano Berio che racconta la sua opera, il suo percorso umano, la cultura musicale e l’attualitĂ  dell’epoca.