English | Italiano

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

HOMEdx_ita.jpg

2002_Breslauer_Foto2.jpg

Copertina del supplemento domenicale del «Los Angeles Times», 26 Maggio 2002, dedicato alla prima esecuzione scenica di Turandot con il Finale di Luciano Berio.

Maggio 2015, in cui ricorre il dodicesimo anniversario della scomparsa di Luciano Berio (27 maggio 2003), è un mese ricco di eventi specialmente per il teatro musicale di Berio. Passaggio, nato dalla collaborazione del compositore con Edoardo Sanguineti, è eseguito nel quadro del Festival Acht Brücken di Colonia, con il soprano Julia Henning, i Kölner Vokalsolisten e l’Ensemble intercontemporain, diretti da Pablo Heras-Casado (9 maggio).
Tra il 23 maggio e il 25 luglio sono in programma allo Staatstheater di Kassel di sette esecuzioni di Un re in ascolto, l’azione musicale nata dal sodalizio tra Berio e Italo Calvino, che sarà cantata in tedesco, sotto la direzione di Alexander Hannemann e la messa in scena di Paul Esterhazy (la prova del 19 maggio sarà aperta al pubblico).
Sinfonia è eseguita il 23 maggio presso la Maison de Radio France dai Neue Vocalsolisten Stuttgart e l’Orchestre Philharmonique de Radio France, diretti da Pascal Rophé (23.05). SOLO sarà eseguito l'1 e 2 giugno dalla Bayerisches Staatsorchester di Monaco diretta da Zubin Mehta con Christian Lindberg, il grande trombonista dedicatario dell’opera.
Recital for Cathy è in programma a Ghent (5 giugno) e Düsseldorf (7 giugno) con Elisa Caluwaerts e lo Spectra Ensemble, diretti da Mark-Andreas Schlingenspiepen.
I cicli dei Sechs Frühe Lieder e Fünf Frühe Lieder di Mahler-Berio sono eseguiti all'Opera di Firenze dal baritono Dietrich Henschel con l'Orchestra Haydn di Bolzano, sotto la direzione di Arvo Volmer (6 giugno).

Per il programma completo dei concerti con musiche di Berio, cfr. il Calendario delle Esecuzioni.

.

Il Teatro alla Scala di Milano celebra l’inaugurazione dell’Expo Milano 2015 presentando Turandot di Giacomo Puccini con il terzo Atto completato da Luciano Berio nel 2001.
L’opera, in cartellone dal 1 al 23 maggio 2015, si avvale di un cast d’eccezione diretto da Riccardo Chailly e con la regia di Nikolaus Lehnhoff.
La serata del 1 maggio è stata seguita da Rai Cultura con una diretta televisiva su Rai5 e sul Canale 501 HD. Sempre in diretta, l’opera è andata in onda sulle frequenze di Radio3.

Desideriamo documentare questo evento con un florilegio di documenti e interviste rilasciate da Luciano Berio tra il 2001 e il 2002 in cui il compositore racconta e chiarisce la genesi e la sua concezione della riscrittura del Finale di Turandot. I documenti comprendono una selezione di materiali musicali manoscritti, e un link al file audio del Finale di Berio registrato nel 2003 dal direttore Riccardo Chailly per la Decca.

Per accedere ai documenti su Turandot con il Finale di Berio cliccare qui.

.

Turandot_Documento_4.jpg

L. Berio, partitura autografa del Finale di Turandot, redazione finale, p.3 (per gentile concessione della Paul Sacher Stiftung e degli Eredi Berio).