English | Italiano

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Luciano Berio

  • 1925: Nasce il 24 ottobre a Oneglia, piccolo paese vicino Imperia (Liguria, Italia)
  • anni ’30: Apprende i primi rudimenti musicali in famiglia dal padre Ernesto e dal nonno Adolfo, entrambi musicisti
  • dal 1946: Studi musicali a Milano presso il Conservatorio di Musica «Giuseppe Verdi», dove frequenta le classi di contrappunto (Giulio Cesare Paribeni) e di composizione (Giorgio Federico Ghedini)
  • 1950: Sposa la cantante Cathy Berberian
  • 1951: Diploma in composizione presso il Conservatorio di Milano
  • 1952: A Tanglewood (Berkshire Music Festival) frequenta il corso di composizione tenuto da Luigi Dallapiccola.
Il 28 ottobre ascolta presso il Museum of Modern Art di New York un concerto di musica elettronica (tape recorder)
  • 1953: Nascita della prima figlia Cristina. Primi lavori di sonorizzatore presso la RAI – Radio Italiana
  • 1954: Con Bruno Maderna e Roberto Leydi realizza Ritratto di Città, opera che sancirà la nascita dello Studio di Fonologia di Milano della RAI. Prima partecipazione ai Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt
  • 1956-1959: Pubblicazione della rivista «Incontri Musicali» e della serie di concerti omonimi programmati tra Milano, Venezia e Napoli
  • 1960: Trasferimento negli USA. Insegna composizione a Tanglewood
  • 1961-1962: Corsi di composizione alla Dartington Summer School. Composizione dell’opera Passaggio, «messa in scena» su testi di Sanguineti.
  • 1962-1964: Insegnamento al Mills College (California), su invito di Darius Milhaud
  • 1963: L’opera Passaggio è messa in scena a Milano, alla Piccola Scala
  • 1965: Laborintus II per voci, strumenti e nastro su testi di Sanguineti (opera vincitrice del Prix Italia 1966)
  • 1965-1971: Insegnamento alla Juilliard School (New York), dove nel 1967 fonda il Juilliard Ensemble, gruppo strumentale specializzato in musica contemporanea
  • 1966: Sposa Susan Oyama, psicologa e filosofa della biologia. Nascita della figlia Marina
  • 1968: Nascita del figlio Stefano. Sinfonia per otto voci e orchestra
  • 1969-1970: Opera, in tre atti (1a rappresentazione: Santa Fe, 1970)
  • 1972: Rientro in Europa
  • 1974-1980: Su invito di Pierre Boulez dirige la sezione di musica elettronica dell’IRCAM, a Parigi
  • 1975: Direttore artistico dell’Israel Chamber Orchestra
  • 1975-1976: Direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana
  • 1977: Sposa la musicologa Talia Pecker
  • 1978: Nascita del figlio Daniel
  • 1979-1983: Un re in ascolto, azione musicale su testi di Calvino, Auden, Gotter e Berio
  • 1980: Nascita del figlio Jonathan. Laurea honoris causa della City University di Londra
  • 1977-1980: La vera storia, azione musicale su testo di Italo Calvino
  • 1982: Direttore artistico dell’Orchestra Regionale Toscana. La vera storia è messa in scena a Milano, Teatro alla Scala
  • 1984: Direttore artistico ospite del Maggio Musicale Fiorentino. Va in scena a Salisburgo Un re in ascolto
  • 1987: Fondazione del Centro Tempo Reale in Firenze, istituto di ricerca, produzione e didattica nell’ambito dei live electronics
  • 1989: Conferimento del premio Ernst von Siemens (Monaco)
  • 1991: Conferimento del premio della Fondazione Wolf (Gerusalemme)
  • 1993-1994: Insegnamento presso la Harvard University (Cambridge) come «Distinguished Composer in Residence» (Norton Professor of Poetry)
  • 1995: Conferimento del Leone d’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia. Laurea honoris causa all’Università di Siena. Compositore ospite al Festival di Lucerna. Al Teatro alla Scala di Milano va in scena Outis, su libretto del compositore e di Dario del Corno
  • 1996: L’Imperatore del Giappone gli conferisce il Premio Imperiale (Imperial Prize ofr the Arts). Festival monografico «Luciano Berio» a Milano Musica.
  • 1997: Festival monografico «Luciano Berio» al Présences Festival di Parigi
  • 1998: Festival monografico «Luciano Berio» allo Schleswig Holstein Music Festival
  • 1999: Laurea honoris causa all’Università di Torino e all’Università di Edimburgo. Assume la Direzione artistica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma
  • 2000: Presidente e Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Laurea honoris causa dell’Università di Bologna
  • 2001: Direttore artistico del progetto europeo «L’arte della fuga» (promosso da Spoleto, Den Haag, Lione e Londra)
  • 2002: Inaugurazione a Roma dell’Auditorium Parco della Musica dell’Accademia di Santa Cecilia
  • 2003: Muore a Roma il 27 maggio, dopo aver ultimato la stesura di Stanze