English | Italiano

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Luisa Castellani

Quando mi √® stato gentilmente chiesto di contribuire a ricordare Luciano in occasione dell‚Äôanniversario della sua scomparsa, ho provato un sentimento come di pudore a ‚Äúraccontare‚ÄĚ qualcosa che evochi in modo efficace il mio ‚Äúpassaggio‚ÄĚ attraverso la sua musica.‚Ä®‚Ä® Troppe emozioni, troppo facile fare della retorica anche inconsapevole, troppe cose studiate e vissute nel cercare di rendere nel modo migliore quanto lui desiderava, troppe ‚Äúchiavi‚ÄĚ di lettura e di interpretazione che mi ha suggerito durante le prove, anche molte cose che non compaiono nelle partiture e di cui mi trovo di fatto ad essere in qualche modo depositaria e che avrebbero significato soprattutto per coloro che hanno e avranno l‚Äôonere e la fortuna di interpretarle.

I ricordi che ho di Luciano, i molti meravigliosi momenti magici (e qualche volta anche di stimolante contrasto!) che ho vissuto con lui, assieme a ci√≤ che mi ha insegnato sull‚Äôinterpretazione delle sue opere in molti anni di collaborazione e di studio appassionato, rivivranno nelle indicazioni che riuscir√≤ a ‚Äúpassare‚ÄĚ ai miei allievi e nelle suggestioni che rimarranno in coloro che ascolteranno le mie incisioni della sua musica.‚Ä®‚Ä® Credo sar√† il migliore omaggio che avr√≤ saputo dare a Luciano e ringrazio Talia e il Centro Studi Berio per l‚Äôopportunit√† che mi √® stata offerta di ‚Äúdirlo‚ÄĚ a chi legger√† queste righe.



Luisa Castellani